Google Home Vs Alexa

Ecco gli ultimi assistenti vocali per la casa, chi dei due è migliore??

Buongiorno lettori di Pechiar.it,

Oggi vogliamo fare un confronto tra i due principali “brand” della domotica in questo momento: Google Home ed Alexa di Amazon. Con il Black Friday appena passato, qualcuno ha approfittato di acquistare uno di questi due gestori della domotica (andato praticamente a ruba). Ovviamente come ben saprete, non gestiscono solo la domotica in casa; quindi lampadine, termostato, ecc; ma anche riprodurre brani su Spotify, accendere la Tv e aprire Netflix o Amazon Tv, impostare un timer o una sveglia.

Abbiamo cercato di spulciare tutti e due i prodotti, in modo da conoscerli meglio e dire la nostra opinione.

Google Home

Google mette in campo 2 soli modelli: Google Home e Google Home Mini.

 

Come potete vedere dalle foto, Google Home (quello che assomiglia ad una torretta) è composto da una superficie touch nella parte superiore dove poter comandare il volume dello stesso. Si può regolare anche tramite la propria voce semplicemente dicendo: “Ok Google, abbassa il volume del 40%“,e lui ripeterà il comando da voi richiesto.

Partendo dal fatto che Google ripeta il vostro comando, potrà risultare un po’ noioso e palese ma si ha la conferma che ha capito il nostro comando datogli precedentemente.

Il dispositivo è dotato anche di un pulsante per lo spegnimento del microfono nel caso in cui non si voglia usare il dispositivo oppure evitare che registri dei comandi falsi magari mentre state avendo una conversazione in casa con un membro della famiglia.

Invece per quanto riguarda Google Home Mini, il dispositivo è puramente vocale; quindi se state ascoltando musica e volete abbassare il volume, dovrete dargli il comando vocale come nell’esempio riportato prima, ovvero “Ok Google, abbassa il volume del 40%”.

Google Home è in grado di riconoscere la singola voce di ogni persona nella vostra abitazione. Quindi se chiederete a Google chi siete, è molto probabile che vi risponderà che siete quella persona ed eseguirà il vostro ordine. Sull’applicazione è possibile impostare che i comandi imposti a Google, vengano autorizzati da una sola persona o comunque quelle da voi scelte.

Google Home si integra con Spotify, Google Play Music, TuneIn e Deezer per la parte Musica. L’audio è buono ma i bassi non sono ben accentuati. Se siete abbonati a Netflix e possiede una Smart Tv nessun problema! il dispositivo si integra perfettamente sia a Netflix che alla Smart Tv e potete comandarli sempre tramite comandi vocali. Ovviamente per l’intrattenimento si connetterà senza alcun problema anche a YouTube.

Se alla mattina vi svegliate e volete sapere le “News” e il “Meteo” oppure mentre state facendo la doccia, Google Home vi da la possibilità di ascoltar e si connetterà a questi canali di informazioni: RTL 102.5, TGCOM 24, Corriere della Sera, la Repubblica, RMC Sport Network, Sky Tg 24 e Sky Sport.

Colori disponibili per Home e Home mini: il primo con scocca di colori intercambiabili. il secondo per ora in grigio chiaro, grigio antracite e corallo.

 

Amazon Echo

Passiamo ora al rivale uscito da poco ovvero Amazon Echo:

Anche Amazon ha voluto immettersi nel mondo della domotica e creare un dispositivo che va in competizione con Google.

Alexa dispone rispetto a Google, dispone di 4 dispositivi per la gestione della domotica. Ve li elenchiamo qui di seguito e le foto seguono l’ordine qui riportato: Echo Dot, Echo, Echo Plus ed Echo Spot.

I dispositivi si comandano tramite l’App Alexa scaricabile tramite gli Store del vostro cellulare.

Voi vi chiederete quali tra questi dispositivi sia il più adatto da acquistare. Noi possiamo darvi delle informazioni in modo tale da scegliere quello più adatto alle vostre esigenze.

Premettiamo che tutti i dispositivi danno la possibilità di interfacciarvi con i vostri dispositivi intelligenti dotati di connessione Wifi. L’ unico che comprende anche l’hub Zigbee (quindi senza l’uso del router che controlla i dispositivi Casa Intelligente compatibili) è l’Echo Plus. 

Per quanto riguarda la musica, tutti i dispositivi si integrano nella ricerca di un brano a Spotify, Amazon Music e TuneIn (audio leggermente migliore rispetto a Google in qualità di alti e bassi). invece per l’intrattenimento si collegherà principalmente ad Amazon Prime. Quindi se siete abbonati a Netflix, il dispositivo non lo riconoscerà. Stesso discorso vale se siete possessori della Amazon Stick.

Alexa inoltre, da la possibilità di effettuare chiamate ed inviare messaggi ma purtroppo, si deve possedere un Echo o L’app Alexa.

Rispetto a Google che, in caso di richiesta di dirci le “News” o il “Meteo” si collega da solo agli enti di notizie menzionatevi prima, Alexa tramite la sua App, ha bisogno delle “Skills”. Che cosa sono queste Skills?? Tradotto in italiano sarebbero delle competenze o capacità ma invece per Alexa sono delle applicazioni aggiuntive che ti permettono di fare di più con il tuo dispositivo, come appunto ascoltare le ultime notizie o ascoltare dei sottofondi rilassanti prima di addormentarsi. Quindi ogni giorno usciranno delle Skills nuove da aggiungere alla vostra Alexa in modo tale che possa migliorare nel tempo.

Impressioni

Dal nostro punto di vista e dopo aver confrontato tante opinioni su entrambi i “Devices”, siamo soddisfatti sia di Google Home che di Alexa. Per gestire la domotica sono entrambi validi. Forse Alexa deve ancora migliorarsi in quanto Alexa ha bisogno delle Skills in continuo aggiornamento per migliorare la domotica, mentre Google fa riferimento al suo grande Hub centrale che è ovviamente il grande motore di ricerca. Ciò non toglie che anche Google non ha il protocollo Zigbee per i “Dispositivi Casa Intelligenti” e quindi è necessario l’acquisto del router per comandare per esempio le nostre lampadine. Difatti, Google Home è già programmato con tanti “Brand” come Philips, Neato, Sony, ecc. Quindi se siete intenzionati ad acquistare delle lampadine Smart, vi converrà acquistare delle Philips per esempio.

Se volete acquistare un prodotto Google, consigliamo il Google Home Mini in quanto può essere sufficiente per la gestione della domotica.

Se volete acquistare un Alexa, consigliamo di acquistare l’Echo Plus, in quanto oltre ad avere il protocollo Zigbee, ha due jack da 3.5 mm; uno in entrata ed uno in uscita, cosi da utilizzare Echo Plus come cassa stereo collegata al vostro telefono cellulare, oppure collegare un subwoofer per la riproduzione della musica.

Se siete degli amanti della cucina o avete installato delle telecamere nella vostra casa, consigliamo l’ acquisto anche di Echo Spot in quanto essendo dotato di uno schermo, riusciamo non solo ad ascoltare una ricetta mentre la si sta facendo, ma anche leggerla nuovamente in caso in cui ci siamo scordati un passaggio. Inoltre possiamo chiedere ad Alexa, di mostrarci le immagini della telecamera senza dover ricorrere al cellulare o PC.

Vi lasciamo qui i link dove potrete acquistare sia Google Home che Alexa di Amazon. Vi ricordiamo che spulciando su Amazon, troverete delle offerte dove insieme all’ acquisto di Alexa, riceverete una lampadina Smart o una Telecamera.

Google Home:

Google Home Mini: https://store.google.com/product/google_home_mini

Google Home: https://store.google.com/product/google_home

Amazon Alexa:

Echo Dot: https://amzn.to/2P3jJML

Echo: https://amzn.to/2zuPgST

Echo Plus: https://amzn.to/2zr42u0

Echo Spot: https://amzn.to/2PZMQGc

 

Speriamo che la nostra recensione sia di vostro gradimento!

Ciao a tutti alla prossima!

Google Home Vs Alexa
Vota il post
Google Home Vs Alexa ultima modifica: 2018-11-27T17:07:40+00:00 da Andrea Catalan