Fibra Vodafone, non sempre va secondo i piani

Fibra Vodafone. Tutto fumo e niente arrosto???

Buongiorno a tutti.

Oggi vi voglio parlare della Fibra Vodafone in quanto mi sono imbattuto in un episodio alquanto strano ed insolito.

Oramai sempre più persone chiedono il trasferimento dalla vecchia ed obsoleta linea ADSL, alla nuova Fibra. Con chi aprire un contratto per attivare la Fibra ce ne sono, e più o meno tutti li conosciamo. Dopo aver indagato tra vari operatori per vedere chi mi consentiva la portabilità della Fibra, la Vodafone sembrava in grado di soddisfare le nostre aspettative. L’operatore della Vodafone al banco informazioni del negozio, tramite numero di telefono, indirizzo e codice postale, verifica la copertura e l’idoneità; quindi procede con l’apertura del contratto. Mi viene regolarmente consegnato il nuovo modem con relativo adattatore da presa tripolare RJ11. Ovviamente come si può’ dedurre, il passaggio non è immediato ma, da indicazioni ricevute da Vodafone, mediamente si devono attendere circa 2 settimane. Perciò, Vodafone nel tempo di attesa tra l’apertura del contratto e la finalizzazione del passaggio alla Fibra, rilascia a i suoi clienti una Sim con disponibilità di 15GB al giorno (questo per non rimanere senza Internet a casa) da usare come Hotspot tramite un iPad, oppure da mettere in un router portatile.

Nel tempo di transizione ti tengono costantemente aggiornato sul tuo stato della pratica tramite SMS, molto utile. Dopo circa 11 giorni, ricevo un messaggio nel quale viene scritto che la Fibra non è attivabile nella mia zona e che il modem deve essere restituito entro 30 giorni a partire dal giorno stesso dell’arrivo del SMS. In quel momento come si può ben immaginare, la rabbia si fa sentire.

Il giorno seguente, mi sono precipitato nel centro Vodafone (lo stesso dove abbiamo aperto il contratto) per chiedere informazioni sull’accaduto. L’operatore di fronte a noi ci dice che purtroppo la rete di cavi non è adatta a supportare tanta potenza e che la centralina è già stata occupata da altri utenti i quali vanno ad incidere sulla potenza del segnale.

A questo punto la domanda sorge spontanea: Quindi? Mi fate aprire un contratto per la fibra, dopo che avete verificato se siamo idonei, e poi mi date buca??? La risposta dell’operatore è stata: Eh! Potete solo aspettare che qualcuno disdica il servizio con noi…

Dopo questa riposta abbiamo lasciato immediatamente il centro Vodafone, ma di certo non possiamo paragonare questa cosa, ad un parcheggio pieno, dove bisogna aspettare per trovarne uno libero. Il servizio dovrebbe essere garantito a tutti. Per di più, ci ha fatto rimanere perplessi in quanto non ci davano la disponibilità della Fibra vicino ad una zona universitaria che, secondo me, non dovrebbe assolutamente mancare; anzi, dovrebbe essere uno dei primi posti in cui sia garantita. Detto ciò, se siete intenzionati a passare alla Fibra, non date per scontato quello che vi dice l’operatore al negozio dopo la verifica della copertura. Finché non ricevete il messaggio che la Fibra è stata installata, non cantate vittoria! Considerate sempre la possibilità del 50/50 e che dobbiate restituire il Modem.

Ciao

Fibra Vodafone, non sempre va secondo i piani
Vota il post
Fibra Vodafone, non sempre va secondo i piani ultima modifica: 2018-11-26T16:44:00+00:00 da Andrea Catalan