Tutto su iPhone XR

Presentato il 12 settembre, è il terzo e ultimo degli iPhone 2018 ad arrivare sul mercato. Non è il migliore o il più potente tra i nuovi, ma è quello più abbordabile nel prezzo e quindi probabilmente sarà anche il più venduto dell’anno – e il più difficile da comprare, almeno inizialmente – rappresentando così una importante fetta dei ricavi di Apple. E’ ordinabile dal 19 Ottobre con le consegne che iniziano il 26 di Ottobre 2018.

Ma perché iPhone XR è così interessante? Mettiamolo ai raggi X(R) per scoprirne specifiche tecniche, design, prestazioni e prezzi.

Carta d’Identità

Tra gli iPhone 2018, iPhone XR è quello più “nuovo”. iPhone XS rappresenta infatti un aggiornamento dei componenti interni di iPhone X, mentre iPhone XS Max ha semplicemente lo schermo più grande. In breve:

  • iPhone XR non è il successore di iPhone X (ruolo che spetta ad iPhone XS);
  • iPhone XR è un parente, ma non il successore di iPhone 8 e 8 Plus. Ne rivoluziona infatti completamente il design – che richiama fortemente quello di iPhone X – con tanto di notch sulla parte alta dello schermo;
  • iPhone XR rappresenta una sorta di entry level degli iPhone del 2018. Ha lo schermo LCD di nuova generazione, chassis in alluminio di vari colori e gode del processore A12 Bionic, proprio come iPhone XS e iPhone XS Max.
iPhone Xr, presentato da Phil Schiller
Phil Schiller presenta per la prima volta iPhone XR all’evento Apple del 12 settembre 2018

Design

Come accennato iPhone XR presenta dei tratti simili ad iPhone X/XS. Ha il notch sulla parte alta per il Face ID, mentre il primo elemento di differenza è dato dalle cornici, che su iPhone XR sono leggermente più spesse rispetto ad iPhone X e iPhone XS. Questo perché il pannello frontale è un’unità LCD, che non permette di raggiungere gli stessi livelli di spessore delle cornici degli schermi OLED, usati invece su iPhone X, XS e iPhone XS Max.

Per quanto riguarda le dimensioni, iPhone XR si pone a metà tra iPhone XS e iPhone XS Max. E’ più piccolo e leggero di quest’ultimo: nello specifico pesa 150,9 x 75,7 x 8,3mm, per 194 grammi di peso. Sappiamo anche che viene usato un nuovo materiale per la copertura, più resistente dei precedenti, come dimostrano alcuni test di caduta. Potrebbe essere il vetro Gorilla Glass 6.

iPhone Xr presentato: sei colori e camera con sfocato
iPhone Xr presentato: sei colori e camera con sfocato
iPhone Xr presentato: sei colori e camera con sfocato
iPhone Xr presentato: sei colori e camera con sfocato
iPhone Xr presentato: sei colori e camera con sfocato
iPhone Xr presentato: sei colori e camera con sfocato

Colori

Quel che differenzia particolarmente iPhone XR dai suoi fratelli OLED è la maggiore disponibilità di colorazioni. Sei, per l’esattezza: blu, bianco, nero, giallo, rosso, e corallo. Una scelta che rievoca quanto fatto in passato con iPhone 5c, il primo degli iPhone con il quale Apple portò una ventata di colori nei propri smartphone.

Tutto i colori di iPhone XR
Tutti i colori di iPhone XR. Il cromatismo torna a distinguere i prodotti di Apple a distanza di qualche anno dal lancio di iPhone 5c

Dentro iPhone XR

Quando si tratta di caratteristiche Apple è avara di dettagli. Secondo alcune fonti, iPhone XR avrebbe 3GB di RAM, che verrà smentito, o confermato, appena saranno disponibili i primi campioni. Quanto a memoria integrata, è disponibile in tre diverse varianti, nello specifico nei tagli da 64, 128 e 256 GB. Informazioni sicure invece le abbiamo già sul processore: iPhone XR monta la stessa CPU Apple A12 Bionic di iPhone XS / Max.

Processore Apple A12 Bionic

La principale innovazione di Apple A12 è il processo a 7 nanometri. Ciò porta una serie di vantaggi, a partire da un consumo ridotto del 50% ed un incremento della velocità del 20% rispetto al predecessore. Per quanto riguarda la durata della batteria l’ipotesi è che il nuovo SoC consentirà di ottenere benefici soprattutto quando il telefono sarà in Standby.

Le statistiche ufficiali ci dicono invece che il nuovo processore promette un aumento delle prestazioni del 15% e calcoli grafici del 50% più efficienti. Per avere indicazioni più precise sarà necessario attendere qualche settimana, quando anche gli strumenti di misurazione stanno stati ottimizzati.

A12 Bionic è il processore di iPhone XS, iPhone XS Max e iPhone XR

Display Liquid Retina

Mentre iPhone XS e iPhone XS Max impiegano pannelli OLED, iPhone XR conta di un display IPS LCD che Apple chiama Liquid Display. Si tratta di un pannello touchscreen da 16 milioni di colori con diagonale da 6,1 pollici che vanta un rapporto schermo/corpo del 79%. Offre una risoluzione di 828 x 1792 pixel, con aspect ratio di 19,5:9 e 326 ppi. Naturalmente supporta il multitouch ma perde la funzione di 3D Touch.

Nuovo modem LTE

A differenza di iPhone XS, che ha un’antenna migliorata e potenziata, iPhone XR offre una connettività di rete identica – almeno sulla carta – a quella del precedente iPhone X, con supporto 4G LTE Advanced. La configurazione Wi‑Fi 802.11ac, dunque, è MIMO 2×2, non 4×4 MIMO come iPhone XS.

Dual SIM

Come iPhone XS, supporta dual SIM e dual standby, ovvero due linee telefoniche attive dentro allo stesso iPhone, sebbene la tecnologia dual sim venga implementata soltanto con una SIM fisica nel classico cassettino in formato nanoSIM e una SIM virtuale (per questa seconda SIM è richiesto il supporto degli operatori, che devono fornire uno speciale codice a barre). Al momento non ci sono operatori italiani che supportano la SIM virtuale. Nel mercato cinese sono invece supportate le due schede fisiche.

iPhone Xs Max, tutto quello che sappiamo

Batteria e alimentazione

iPhone XR ha una batteria da 2.942 mAh, circa l’8,3% più grande di quella su iPhone X ma anche il 10,6% più grande di iPhone XS. Confrontata con quella di iPhone XS Max è più piccola del 7,3% ma nonostante ciò, è quella che promette una autonomia maggiore, almeno stando a quanto dichiara Apple (2 ore in più in navigazione Internet, 1 ora in più per riproduzione video in streaming).

Probabilmente in questo senso aiuta lo schermo più piccolo da 6.1’’ di tipo LCD, sulla carta meno performante e quindi parallelamente meno esigente in termini di energia.

Tutto su iPhone XR: design, tecnica, prezzi

L’autonomia di XR è fino a 1,5 ore in più rispetto ad iPhone 8 Plus. In conversazione (wireless) offre fino a 25 ore, in navigazione internet fino a 15 ore, in riproduzione video (wireless) fino a 16 ore e in riproduzione audio (wireless) fino a 65 ore. Supporta la ricarica veloce fino al 50% della carica in 30 minuti e la tecnologia wireless Qi.

A proposito di alimentazione, in rete si era parlato di una ricarica più veloce per i nuovi iPhone grazie ad un alimentatore di nuova generazione Apple, ma in realtà nella confezione troveremo il caricabatterie del Giurassico da 5W che viene fornito con iPhone da più di dieci anni e che era stato per la prima volta introdotto con iPod. Eddai, Apple: quante scorte hai da smaltire ancora in magazzino?

Altre caratteristiche

iPhone XR è certificato certificazione IP67 come iPhone X, iPhone 8 e iPhone 8 Plus. Questo vuol dire che resiste ad immersioni in acqua fino a 1 metro di profondità per 30 minuti secondo lo standard IEC 60529. Fate però attenzione: Apple continua a non fornire alcuna copertura in garanzia per danni da immersione.

Fotocamere

Diversamente da iPhone X, XS e iPhone XS Max che utilizzano una camera doppia sul posteriore, iPhone XR ha una singola camera sul retro.

la fotocamera di iPhone XR
iPhone XR ha una sola fotocamera, ma produce ugualmente foto con sfondo sfocato

La fotocamera posteriore è da 12 MP con apertura focale ƒ/1.8 e supporto al grandangolo. È stabilizzata otticamente ed è in grado di registrare video 4K fino a 60 fps. E’ presente l’effetto bokeh, cioè la sfocatura dello sfondo, che interviene in modo ancora più sofisticato per dare maggior risalto ai primi piani.

La fotocamera anteriore TrueDepth da 7 MP ha un’apertura focale ƒ/2.2 con supporto grandangolo e stabilizzazione video totalmente rinnovata. E’ in grado di registrare video 1080p, mentre i video HD vengono registrati fino a 60 fps. Offre anche la Modalità Ritratto evoluta per i selfie grazie alla fotocamera TrueDepth, che genera un’accurata mappa di profondità per mettere a fuoco la figura in primo piano e farla spiccare sullo sfondo sfocato. E’ poi in grado di creare Animoji e Memoji, permettendo di regolare la profondità di campo sia prima che dopo lo scatto.

Apple Presenta iPhone Xr, con liquid Retina display
Dettagli tecnici sulla fotocamera di iPhone XR, presentati da Phil Schiller

Prezzi e disponibilità di iPhone XR

iPhone XR è disponibile al preordine in Italia dal 19 ottobre, con disponibilità online nei negozi dal 26 ottobre. Ha un costo di 899 euro nella variante da 64 GB, mentre la versione 128 GB costa 949 euro e quella da 256 GB costa 1.059 euro.

Le ragioni del lancio differito

Le ragionie per cui Apple ha differito il ritardo di iPhone XR non sono note. È possibile come suggerisce qualcuno che si tratti di marketing: messo in vendite con iPhone XS e iPhone XS Max avrebbe offuscato le vendite di questi due telefoni, occupando interamente la scena. Un’altra ipotesi è che Apple sta avendo difficoltà ad recuperare sul mercato un numero sufficiente di schermi LCD che sono di nuova generazione e disponibili per ora in quantità ridotte.

Secondo alcune voci, in ogni caso, Apple avrebbe accelerato la produzione distribuendola su differenti partner. iPhone XR sembra al momento un successo già prima della sua effettiva disponibilità: gli ordinativi sono stati aumentati del 50% rispetto alle stime iniziali.

Maggiori informazioni sul sito ufficiale.

iPhone XR, confronto con XS e X

vs iPhone XS vs iPhone X

Con la nostra tabella tabella potete confrontare le specifiche tecniche dei modelli di iPhone a tutto schermo con dimensioni confrontabili. XS Max è più grande e più costoso e per un confronto in fascia di prezzo simile è utile verificare quale siano le caratteristiche più interessanti su modelli simili.

– Click qui per l’articolo originale con commenti >> Tutto su iPhone XR

Tutto su iPhone XR
Vota il post
Tutto su iPhone XR ultima modifica: 2018-10-26T12:11:39+00:00 da Antonio Pechiar