I fornitori Apple pregano in attesa dei preordini iPhone XR

Alle previsioni decisamente positive degli analisti seguono anticipazioni di segno opposto dei fornitori: anche se i preordini iPhone XR sono in dirittura di arrivo venerdì 19 settembre, alcuni dei principali costruttori a contratto di Apple rimangono molto cauti, se non addirittura pessimisti, sul possibile andamento degli ordinativi di Cupertino da qui a dicembre.

Per alcune società, ma anche per qualche osservatore e analista, se i preordini iPhone XR e la domanda di mercato non riusciranno a sostenere le vendite dei terminali Apple in questa ultima parte dell’anno, Cupertino potrebbe rivedere verso il basso gli ordinativi ai fornitori. Sarebbe facile ricondurre le previsioni al ribasso alle immancabili notizie negative che circolano alla vigilia di ogni nuovo lancio di Apple, in questo caso però i timori sembrano originare da alcuni indizi reali.

L’erba dell’iPhone XR è più verdePer esempio TSMC che costruisce in esclusiva i processori Apple A12 Bionic progettati da Cupertino, ha registrato ricavi record nel terzo trimestre, che corrisponde alle forniture di chip per il lancio della nuova serie iPhone XS e XS Max, ma prevede un fatturato inferiore alle previsioni iniziali per il quarto trimestre. Secondo gli osservatori se questo si verificherà, TSMC potrebbe ridurre il fatturato dell’intero anno, vista l’importanza del trimestre di Natale su volumi complessivi.

Una situazione simile emerge anche per Largan Precision che fornisce ad Apple le lenti impiegate nelle fotocamere di iPhone. La società prevede ricavi in calo non solo per il mese di ottobre ma anche in novembre, quindi proprio nel periodo di lancio preordini iPhone XR e della disponibilità del terminale nei negozi, a partire da venerdì 26 ottobre. In ogni caso la situazione è in divenire e Largan precisa che le previsioni per dicembre, soprattutto per quanto riguarda gli ordinativi, sono al momento ancora incerte.
I nuovi iPhone golosi di componenti, Murata investe 354 milioni di dollariA questi indizi provenienti dai fornitori si aggiungono altre preoccupazioni di carattere macroeconomico, in primis le tensioni commerciali tra USA e Cina e il calo già in atto da tempo della domanda di smartphone, ormai diventato un mercato maturo e saturo, distante dai tassi di crescita a doppia cifra di alcuni anni fa. Per la risposta definitiva non occorre attendere molto.

I preordini iPhone XR iniziano venerdì 19 ottobre. Ricordiamo che per questo terminale anche gli analisti più accreditati prevedono il grosso delle vendite, più dei modelli iPhone XS Max e XS sommati insieme.

Su macitynet.it trovate tutte le notizie su iPhone XS, iPhone XS Max, iPhone XR e in generale sugli iPhone 2018.

– Click qui per l’articolo originale con commenti >> I fornitori Apple pregano in attesa dei preordini iPhone XR

I fornitori Apple pregano in attesa dei preordini iPhone XR
Vota il post
I fornitori Apple pregano in attesa dei preordini iPhone XR ultima modifica: 2018-10-18T14:22:03+00:00 da Antonio Pechiar