Apple Watch, il parere di un cardiologo sulle funzionalità ECG

Con l’Apple Watch Series 4, la Casa di Cupertino ha rinnovato non solo l’aspetto ma offre anche nuove funzionalità che aiutano a restare in forma e gestire la salute. Tra le funzioni ora a disposizione, ha suscitato molto interesse il cardiofrequenzimetro in grado di effettuare un elettrocardiogramma (ECG) grazie ad un’applicazione dedicata (al momento utilizzabile solo negli USA) che ha ottenuto la designazione “De Novo” dalla FDA, l’ente governativo statunitense che si occupa della regolamentazione dei prodotti alimentari e farmaceutici.

ECG a parte, dal punto di vista della salute, Apple Watch è apprezzato dagli utenti perché aiuta a cambiare tante piccole abitudini quotidiane, dalle calorie consumate, alla gestione dello stress. Permette di tenere sotto controllo il battito cardiaco e avvisa quando rileva qualche anomalia. Il battito cardiaco è monitorato nell’arco della giornata, permettendo di effettuare un controllo in qualsiasi momento e vederne l’andamento. Il dispositivo avvisa se la frequenza è più alta o più bassa della norma, anche se l’utente non avverte alcun sintomo.

Una frequenza cardiaca troppo alta o troppo bassa può essere la spia di un problema di salute anche grave, ma poiché molte persone non riconoscono i sintomi, capita spesso che le cause profonde non vengano mai diagnosticate. Un dispositivo come Apple Watch 4 permette di controllare il battito, avvisare se ci sono irregolarità e, in caso, consultare subito il medico.

Una frequenza cardiaca troppo alta o troppo bassa può essere la spia di un problema di salute anche grave, ma poiché molte persone non riconoscono i sintomi, capita spesso che le cause profonde non vengano mai diagnosticate. Apple Watch Series 4 controlla il battito e avvisare se ci sono irregolarità.

Abbiamo chiesto al Dott. Paolo Chirillo, dirigente medico dell’equipe dell’unità operativa del reparto di Cardiologia e UTIC dell’Ospedale San Francesco di Paola (CS), un parere sulle funzionalità in questione per capire potenzialità e quanto queste possano effettivamente essere utili.

Cos’è un ECG?

L’elettrocardiogramma è la rilevazione dell’attività elettrica del cuore dalla superficie corporea. Le contrazioni del cuore, e quindi la sua attività di pompa, sono innescate e coordinate da una precisa e gerarchica attivazione elettrica delle sue cellule. L’ECG non fa altro che rilevare questa attività elettrica dalla superficie corporea sfruttando il fatto che i tessuti e gli organi che circondano il cuore conducono gli stimoli come dei veri e propri fili elettrici.

Che differenza c’è tra un vero e proprio ECG e un sensore di monitoraggio come quello integrato nell’Apple Watch?

La differenza principale consiste nella possibilità con l’elettrocardiogramma di “guardare” l’attività elettrica del cuore da diversi punti di vista, proprio come guardare da sinistra, da destra, da sotto, da dentro, ecc.; dall’analisi integrata della morfologia del tracciato nelle varie “derivazioni” si estrapolano innumerevoli informazioni non solo quantitative ma anche qualitative sul ritmo e sulla funzione delle varie camere cardiache. Mentre un sensore di monitoraggio rileva solo la frequenza dei battiti e la sua ritmicità, da un’unica “finestra” per intenderci. È facile ipotizzare che esista già la tecnologia che renderà possibile integrare sensori da diversi punti della superficie corporea in modo l’Apple Watch rilevi un ECG a 12 derivazioni – così si chiama l’elettrocardiogramma convenzionale – (ne abbiamo parlato qui, ndr).

Cos’è la fibrillazione atriale?

La fibrillazione atriale è una relativamente comune aritmia cardiaca, sicuramente la più rilevante dal punto di vista clinico-epidemiologico, nella quale la gerarchica conduzione degli stimoli elettrici negli atrii, che sono due delle 4 camere cardiache, è sovvertita. La conseguenza è la mancata contrazione degli atrii e l’aumento della frequenza cardiaca legata all’attività dei ventricoli (le altre due e più importanti camere cardiache).

Quali vantaggi si possono ottenere dal monitorare quotidianamente battito cardiaco ed elettrocardiogramma?

Enormi. Oggi questo avviene già nei pazienti che hanno posizionato un device intracardiaco o sottocutaneo per vari motivi. Molti di questi dispositivi permettono il monitoraggio continuo del battito cardiaco a distanza (telemedicina). Sono queste esperienze che hanno dimostrato gli innumerevoli vantaggi che offre l’accesso a tali informazioni. Uno per tutti per fare un esempio: dal monitoraggio della variabilità della sola frequenza cardiaca si anticipano le manifestazioni delle recidive di scompenso cardiaco, evitando con semplici adeguamenti terapeutici ospedalizzazioni ed eventi avversi più gravi.

Si possono ottenere vantaggi raccogliendo dati anonimi e no di un numero elevato di utenti?

Si certo, i dati epidemiologici basati su coorti estese potrebbero dare informazioni che sono di più complessa e difficile raccolta in corti più ristrette. per esempio la correlazione tra fibrillazioni atriali di breve durata e asintomatiche, magari notturne, ed eventi ictali.

Apple Watch, il parere di un cardiologo sulle funzionalità ECG

Steve Jobs aveva intuito le enormi potenzialità dell’informatica nell’ambito sanitario. “Credo che le più grandi innovazioni del XXI secolo verranno dall’incrocio tra biologia e tecnologia” aveva dichiarato a Walter Isaacson in uno dei vari incontri per la scrittura della biografia a lui dedicata. Apple è attivamente impegnata in questo settore non semplice (qualsiasi strumento o semplice sensore dedicato proposto al pubblico richiede mesi o anni di test approfonditi e sempre e comunque l’approvazione da parte di enti come l’FDA). Quanto attualmente possibile con Apple Watch 4 è solo una delle tante tecnologie che avremo a disposizione in futuro. Sono numerosi i brevetti già registrati per i quali si attendono verifiche e placet delle agenzie che si occupano della regolamentazione dei prodotti farmaceutici.

Come abbiamo già avuto modo di scrivere, l’integrazione delle funzionalità di monitoraggio cardiaco di serie nel nuovo Apple Watch 4 potrebbe rivoluzionare il settore rilevando dei sintomi da indicare al personale medico e contribuire a una maggiore consapevolezza di alcuni utenti.

I dati sul battito cardiaco dell'utente, insieme a quelli delle app per la salute e il fitness, vengono raccolti in unico posto: l’app Salute dell'iPhone. Una schermata raccoglie tutte le informazioni sulle abitudini di movimento, sonno, alimentazione, ecc.
I dati sul battito cardiaco dell’utente, insieme a quelli delle app per la salute e il fitness, vengono raccolti in unico posto: l’app Salute dell’iPhone. Una schermata raccoglie tutte le informazioni sulle abitudini di movimento, sonno, alimentazione, ecc.

Per tutte le notizie su Apple Watch vi rimandiamo a questa sezione di Macitynet che raccoglie tutte le ultime novità, trucchi e consigli. Per un articolo che riassume tutto sul nuovo Apple Watch 4 vi rimandiamo a questa pagina.

– Click qui per l’articolo originale con commenti >> Apple Watch, il parere di un cardiologo sulle funzionalità ECG

Apple Watch, il parere di un cardiologo sulle funzionalità ECG
Vota il post
Apple Watch, il parere di un cardiologo sulle funzionalità ECG ultima modifica: 2018-10-26T12:11:32+00:00 da Antonio Pechiar