Backup di iPhone e iPad, quale scegliere tra iTunes e iCloud

Quale differenza c’è nel back up tra iTunes e iCloud? È meglio salvare sul proprio disco fisso, oppure è più preferibile archiviare tutti i dati su iCloud? Un dilemma che ha sfiorato la mene di tutti utenti iPhone e iPad e che abbiamo deciso di sciogliere una volta per tutte. La nostra vita è ormai tutta digitale: foto, video, documenti, musica, contatti, amici, famiglia, basta prendere il telefono in mano e spostarsi tra un’app e l’altra per accorgersi che se mai dovessimo perderlo, con esso sparirebbero montagne di ricordi o, parlando in bit, di dati personali.

Come abbiamo detto ci sono due modi per evitare che ciò accada. Da una parte c’è iTunes, compagno da una vita che assicura un archiviazione dei dati sulla memoria fisica del computer o di un disco esterno , dall’altra il più giovane iCloud, che porta tutti i dati sulla nuvola ovvero su server remoti quanto sicuri sotto ogni profilo

Back up iTunes e iCloud, quale scegliere?

Con questo articolo non vi spiegheremo come fare il backup di iPhone e iPad: per questo meglio leggere la nostra guida completa. Vi spiegheremo invece quali sono le differenze di uno e dell’altro, permettendovi così di capire, in base alla vostra situazione ed alle vostre necessità, quando è meglio scegliere una strada piuttosto che un’altra.

A proposito: a volte fare un backup è necessario non solo per mettere al sicuro i propri dati ma anche per dare una ripulita alla cartella “Altro” di iOS e alleggerire i dispositivi qualora risultassero un po’ troppo lenti.

Backup di iPhone e iPad: è meglio iTunes o iCloud?

Posizione dei dati

La prima differenza sta proprio dove si trovano i dati.

Dove sono i dati di con back up iCloud

Con iCloud i dati vengono memorizzati sulla nuvola. Apple offre gratuitamente uno spazio di 5 GB che può essere ampliato (fino a 2 TB) acquistando un abbonamento. Apple cerca di massimizzare lo spazio conservando i dati sugli acquisti anziché i file completi: perciò, nel momento in cui si eseguirà un ripristino da backup su iCloud, anziché trasferire fisicamente musica, film, app e libri, verrà effettuato il download degli stessi dai server di Apple in base alla cronologia degli acquisti.

I file che possono occupare più spazio sono le fotografie, che vengono invece archiviate grazie all’opzione “Libreria fotografica di iCloud”.

Dove sono i dati con Back Up iTunes

Poiché i file vengono memorizzati localmente su Mac o PC, l’unico limite è la quantità di spazio libero sul disco rigido. In questo caso viene effettuata una copia completa dei file.

Backup di iPhone e iPad: è meglio iTunes o iCloud?

Accessibilità

La seconda differenza risiede sulla facilità di accesso ai file di backup.

Accessibilità con iCloud

La comodità di iCloud è forse uno dei motivi principali per cui lo si preferisce ad iTunes. E’ possibile effettuare il backup (o il ripristino dei dati) ovunque ci si trovi, purché si disponga di una connessione WiFi.

Accessibilità con iTunes

Proprio perché i file sono memorizzati su un altro dispositivo, senza quest’ultimo sarà impossibile procedere con il backup o il ripristino dei dati.

Sicurezza  dei dati

Apple lavora molto sulla privacy e nel caso di backup su iTunes e iCloud c’è una piccola differenza.

Sicurezza di iCloud

I dati sono crittografati di default. Nel momento in cui si effettua il backup si ha la certezza che tutti i dati saranno al sicuro e protetti da eventuali accessi esterni indesiderati.

Sicurezza di iTunes

I dati possono essere crittografati ma l’opzione dev’essere abilitata manualmente. Nel caso in cui non si effettuasse un backup crittografato non solo l’accesso ai dati sarà a rischio ma non verranno neppure memorizzate le informazioni relative all’attività fisica e i dati contenuti nel portachiavi.

Cosa c’è nel back up

Cosa includono i backup di iTunes e iCloud?

Cosa non c’è in iCloud

Come anticipato, Apple evita di duplicare i file sui propri server per risparmiare spazio. Nel caso di iCloud, la società dichiara che i seguenti elementi non sono inclusi nel backup (poiché già archiviati in iCloud per impostazione predefinita):

  • Dati già archiviati in iCloud, come Contatti, Calendari, Note, Il mio streaming foto, Foto di iCloud, iMessage e messaggi SMS e MMS
  • Dati archiviati in altri servizi cloud, come la posta di Gmail e di Exchange
  • Informazioni e impostazioni di Apple Pay
  • Impostazioni di Touch ID
  • Contenuti della libreria musicale di iCloud e dell’App Store (se sono ancora disponibili nell’iTunes Store, nell’App Store o nell’Apple Books, è possibile toccarli per scaricare di nuovo i contenuti precedentemente acquistati).

Per questo motivo, al termine di un ripristino da backup su iCloud, l’utente dovrà configurare nuovamente alcune impostazioni.

Cosa non c’è in iTunes

La storia è simile anche con iTunes. In questo caso sono esclusi dal backup:

  • Contenuti da iTunes Store e App Store o PDF scaricati direttamente in Apple Books
  • Contenuti sincronizzati da iTunes, come MP3 o CD importati, video, libri e foto
  • Il mio streaming foto
  • Impostazioni di Face ID o Touch ID
  • Informazioni e impostazioni di Apple Pay
  • Dati del portachiavi e delle app Attività e Salute (per il backup di questi contenuti si dovrà usare il backup codificato in iTunes)

Anche in questo caso ci saranno quindi alcune cose da fare una volta che il backup è stato ripristinato.

Backup di iPhone e iPad: è meglio iTunes o iCloud?

Qual è il migliore?

Tutto dipende da situazioni personali: si vuole gestire tutto da casa ed avere una maggior velocità in un eventuale riversamento del back up è meglio iTunes, viceversa se non si vuole essere vincolati al computer meglio allora preferire iCloud. Quest’ultima è anche la scelta preferita di Apple, che pubblicizza il sistema ritenendolo maggiormente indipendente e più facile da applicare per il ripristino dei dati. Ma al di là di questo si sceglie iTunes perché

  • è molto più veloce di iCloud sia nel back up che nel ripristino. Per fare quel che con iTunes si fa in poco tempo, mal che vada un’ora, con iCloud ci vogliono anche giorni. Provate a ripristinare 40 o 50 GB di dati via Internet e capirete che non siamo esagerando…
  • Costa meno di iCloud (se non si calcola il “prezzo” dello spazio occupato sul disco) per fare il back up. Difficilmente con iCloud potrete fare tutto il back up di un iPhone o un iPad usato anche con moderazione
  • è più flessibile di iCloud visto che usando alcune utility, è possibile recuperare singoli elementi dal back up

Si sceglie invece iCloud perché

  • offre maggior sicurezza nei dati di iTunes che è sottoposto alle fortune e sfortune del vostro computer. Con iCloud non perderete mai i vostri dati, per nessuna ragione. Immaginate che accadrebbe se qualcuno entrasse in casa vostra o nella vostra auto e vi sottraesse sia il computer che il telefono o l’iPad…
  • Il back up è più trasparente e costante. Essendo un sistema che opera via wireless, non dovrete preoccuparvi di collegare il dispositivo al computer
  • è più comodo non serve un computer per gestire il back up. E questo al giorno d’oggi non è del tutto irrilevante visto che uno smartphone per molti è l’unico sistema digitale

La scelta migliore dipende quindi dal vostro orientamento anche se in definitiva il nostro consiglio è di usarli entrambi: iCloud per la comodità che offre e iTunes per un “backup del backup”. La sicurezza non è mai troppa.

Potresti essere interessato a leggere anche:

– Click qui per l’articolo originale con commenti >> Backup di iPhone e iPad, quale scegliere tra iTunes e iCloud

Backup di iPhone e iPad, quale scegliere tra iTunes e iCloud
Vota il post
Backup di iPhone e iPad, quale scegliere tra iTunes e iCloud ultima modifica: 2018-10-15T22:22:53+00:00 da Antonio Pechiar