Scherzi a parte vs Tale e quale show: la sfida del venerdì sera finisce in pareggio. Ma il fuoriclasse è Bonolis

“Ma è vero o è tutto finto?”, la domanda accompagna la visione da decenni. Sorprende anche che qualcuno se la chieda ancora, gli scherzi sono verosimili e agli spettatori basta quello. Scherzi a parte non è un programma innovativo ma non sembra nemmeno antico, somiglia alle cene con i parenti che non vedi mai. Ci si prepara a qualcosa di già visto e sentito però alla fine si trascorre una bella serata. A Bonolis bastano due sedie per andare dritto come un treno, come un fuoriclasse prova a rafforzare un format storico e solido.

Il programma sembra curato e scritto con molta attenzione e si sceglie di dare maggiore spazio al backstage. Adriano Pappalardo presenzia a un funerale come finto amico in cambio di un cachet, Barbara D’Urso “tradita” da suo figlio che concede la sua amata casa per un festino dagli effetti devastanti. I due riusciti meglio e non a caso collocati a inizio puntata. Gli altri tre con le vittime Aurora Ramazzotti, Ciro Immobile e Amanda Lear sembrano fermarsi prima del previsto, quando dovrebbero esplodere arriva lo svelamento lasciando un senso di insoddisfazione.

Si evitano i gavettoni e le scosse elettrice alle sedute, anche perché gli anni novanta sono passati da un pezzo. E la concorrenza? Tale e Quale Show, punto fermo del venerdì di Rai1, continua con il torneo e regala al pubblico la sorpresa: Federico Angelucci. Il cantante dopo la Mina dello scorso anno tira fuori una Liza Minnelli sorprendente, identica nelle movenze e nella voce. “Un trionfo, non ho parole”, commenta Conti. “Ho i brividi”, aggiunge Panariello.

Il concorrente ottiene la meritata standing ovation dopo l’esibizione sulle note di New York, New York. Con l’imitazione della Minnelli incassa la vittoria della puntata distanziando di molti punti Antonio Mezzancella, imitatore però di professione. Ospiti della puntata Riccardo Fogli e Roby Facchinetti che assistono dietro le quinte alle proprie imitazioni realizzate rispettivamente da Massimo Di Cataldo e Andrea Agresti. Loretta Goggi, con un look questa volta più sobrio, si commuove mentre Alessandra Drusian, dei Jalisse, canta L’Aria del sabato sera, suo brano del 1981.

Un testa a testa tra Tale e Quale Show e Scherzi a parte. La nuova sfida del venerdì sera parte con un sostanziale pareggio che soddisfa Carlo Conti, capace di blindare il suo pubblico evitando la fuga, e Paolo Bonolis che in una giornata con molta concorrenza doppia gli ascolti di Canale 5 del venerdì, fermi da mesi al 10% di share. Lo show di Rai1 ha ottenuto 4.103.000 telespettatori con il 20.27% di share, quello di Canale 5 3.784.000 e il 20,31% di share. Considerando gli orari differenti di messa in onda la sovrapposizione segnala una leggera prevalenza sulla concorrenza di Conti dello 0,2% di share.

L’articolo Scherzi a parte vs Tale e quale show: la sfida del venerdì sera finisce in pareggio. Ma il fuoriclasse è Bonolis proviene da Il Fatto Quotidiano.

Scherzi a parte vs Tale e quale show: la sfida del venerdì sera finisce in pareggio. Ma il fuoriclasse è Bonolis
Vota il post
Scherzi a parte vs Tale e quale show: la sfida del venerdì sera finisce in pareggio. Ma il fuoriclasse è Bonolis ultima modifica: 2018-11-10T16:04:42+00:00 da Antonio Pechiar