“Hanno ucciso mia figlia”, le urla disperate della parlamentare messicana che gelano la Camera dei Deputati

Il Messico è sotto shock dopo la tragedia che ha colpito la deputata Carmen Medel. La parlamentare, membro del Movimiento Regeneración Nacional del presidente Andres Manuel Lopez Obrador, durante una seduta della Camera dei Deputati ha ricevuto la notizia dell’uccisione della figlia 22enne. Valeria Cruz Medel è stata uccisa a Ciudad Mendoza, nello stato di Veracruz.

La madre ha appreso la notizia mentre era impegnata in aula. Le sue urla disperate hanno interrotto i lavori davanti alle telecamere. “Non possiamo lasciar passare questo momento senza sottolineare il grave stato in cui versa il paese, la vulnerabilità delle famiglie e soprattutto l’impunità”, ha detto Porfirio Muñoz Ledo, presidente della Camera dei Deputati, annunciando l’interruzione dell’attività parlamentare fino al 13 novembre.

Il 14 novembre il presidente Obrador dovrebbe presentare il suo piano per la sicurezza, in un paese che da gennaio è stato insanguinato da oltre 22.000 omicidi.

L’articolo “Hanno ucciso mia figlia”, le urla disperate della parlamentare messicana che gelano la Camera dei Deputati proviene da Il Fatto Quotidiano.

“Hanno ucciso mia figlia”, le urla disperate della parlamentare messicana che gelano la Camera dei Deputati
Vota il post
“Hanno ucciso mia figlia”, le urla disperate della parlamentare messicana che gelano la Camera dei Deputati ultima modifica: 2018-11-09T18:04:48+00:00 da Antonio Pechiar