De Luca: “Salvini? Gli serve una partner narcotizzante. Lo vedrei con la Bindi”. Sfottò su Di Battista, Di Maio, Bonafede

Salvini? Gli diamo la nostra solidarietà per la sua vicenda privata alla quale guardiamo con rispetto e discrezione. Ma mi permetto di dargli un suggerimento: visto che torna a casa stanco morto, penso che la compagna giusta per lui sia una come l’onorevole Rosaria Bindi”. Così, nel suo consueto appuntamento settimanale su Lira Tv, il presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, si pronuncia sulla separazione tra Matteo Salvini ed Elisa Isoardi, citando l’ex presidente della Commissione Antimafia, Rosy Bindi, con la quale ha avuto pesanti screzi nel passato. “Non aggiungiamo niente a questi episodi che riguardano la vita privata di Salvini” – continua De Luca – “se non il nostro apprezzamento per la signora Isoardi, che obiettivamente merita. E’ una grande donna. Impegnativa, diciamo, e anche stressante. La coppia Salvini-Bindi, invece, la vedrei bene. Lui torna a casa stanco e distrutto e si mette a fare gli esercizi spirituali. Che cosa devi fare? Non più di questo. Naturalmente ho stima e affetto per Salvini, ho qualche anno in più, quindi mi permetto di dargli qualche suggerimento. Salvini ha bisogno di una partner rasserenante, pacificante, narcotizzante”.

Attacchi sarcastici contro il M5s e i suoi rappresentanti: “Nel governo siamo di fronte a presenze davvero imbarazzanti. Sembrano dilettanti allo sbaraglio. Hanno proposto di dare terreni incolti per 20 anni a chi fa il terzo figlio. Non so se questa proposta sia un prodotto del genio economico e politico di Casalino. Veramente qui siamo al di là del bene e del male. Dicono ‘onestà onestà e intanto abbiamo: condono fiscale, condono edilizio, stipendi d’oro, il Di Maio che vive in una casa abusiva” – prosegue, riferendosi all’abitazione della famiglia del ministro del Lavoro, casa in cui un intero piano risulta condonato – “Di Maio è abusivo a sua insaputa. Lui ha detto che era piccolino quando è stato fatto il condono. E’ vero, ma sono 150 mq, mica è una fesseria. Questo è un abuso ben pensato e ben realizzato, è un piano intero. E, nel frattempo, l’Italia sembra narcotizzata. C’è da essere disperati. Prima o poi, ma credo più prima che poi, finirà l’effetto del sedativo del nostro Paese e l’Italia sarà costretta a sbattere con la testa contro il muro della realtà vera, non di Twitter e dei social. Naturalmente prosegue questa tendenza a perdere la metà del proprio tempo sui social, mentre la realtà se ne va per i fatti suoi”.

Stoccata anche ad Alessandro Di Battista: “C’è un altro signore che da 6 mesi viaggia per l’America Latina. Non so dove diavolo stia adesso, forse in Honduras. E’ quello che chiamavamo in altri tempi il Gallo Cedrone. Ebbene, un cristiano normale si domanda: questo si fa 6 mesi di ferie, ma i soldi? Però è un episodio che non suscita scandalo. Ho letto che il Di Battista ha avuto modo di approfondire anche le tecniche di coltura del mais. Quando tornerà in Italia, potrà chiedere in gestione una terra per coltivare il mais. Casalino potrà fare un impianto di coltivazione biologica di pere spadone e di ravanelli rossi. E così faremo crescere la nostra economia”.

De Luca poi stigmatizza lo stop alla prescrizione: “Vorrei fare un’osservazione estetica sul ministro Bonafede, ma mi astengo per carità di patria. C’è gente che propone con naturalezza elemeni di barbarie. Ma dove diavolo stiamo cadendo in questo Paese? Per fortuna qualche barlume di buon senso c’è in questo governo, così su tutta questa palla alla fine hanno deciso di rinviare tutto al 2020. Salvini e il Di Maio si sono incontrati a Teano. Il buon Salvini è il buon Salvini. Credo che Salvini abbia fatto nuovo nuovo il nostro concittadino. Dispiace, ma è un vecchio marpione Salvini”.

Il presidente della Regione Campania, infine, menziona la proposta di legge del deputato M5s, Luigi Gallo, cioè la creazione di una commissione che controlli la divulgazione scientifica sulla tv pubblica: “E’ un’altra idiozia. Questi veramente non stanno bene. Possono essere impegnati nei lavori nei campi assieme a Casalino e al Di Battista redivivo. Sono veramente cose imbarazzanti. Salvini, rispetto a questi, è un gigante, ormai può essere equiparato a Churchill e a Roosevelt”.

L’articolo De Luca: “Salvini? Gli serve una partner narcotizzante. Lo vedrei con la Bindi”. Sfottò su Di Battista, Di Maio, Bonafede proviene da Il Fatto Quotidiano.

De Luca: “Salvini? Gli serve una partner narcotizzante. Lo vedrei con la Bindi”. Sfottò su Di Battista, Di Maio, Bonafede
Vota il post
De Luca: “Salvini? Gli serve una partner narcotizzante. Lo vedrei con la Bindi”. Sfottò su Di Battista, Di Maio, Bonafede ultima modifica: 2018-11-10T16:04:44+00:00 da Antonio Pechiar