Nuovi MacBook Pro ed iPhone 7, qualcosa non torna

I nuovi MacBook Pro sembrano mettere i bastoni tra le ruote ai piani di convergenza Apple, che da sempre ha spinto l’unione tra Mac e iPhone; incredibilmente lo smartphone della Mela ha bisogno di un adattatore per collegarsi ai nuovi portatili

MacBook Pro 2016 con le USB-C

In effetti è una banalità, eppure c’è qualcosa che non torna con i nuovi MacBook Pro 2016: sembrano mettere i bastoni tra le ruote al neonato iPhone 7. Essendo dotati delle famose porte di ultima concezione USB-C, e non di USB tradizionali full-size, impediscono letteralmente il diretto collegamento con  il nuovo iPhone 7, dotato di serie con l’ormai tradizionale cavo di connessione Lightning-USB. Nulla di grave direte, basta un adattatore USB-C – USB, ma per una società come Apple, orgogliosa da sempre di un ecosistema di dispositivi e sistemi operativi che lavorano insieme senza problemi ed intoppi, è davvero curioso dover utilizzare un adattatore con uno smartphone di punta.

MacBook Pro 2016 con le USB-C

Sebbene negli ultimi mesi Apple abbia spinto la convergenza tra macOS e iOS, i nuovi MacBook Pro, sembrano inserire un vero e proprio ostacolo alla connessione tra i due. Sino ad oggi ad Apple non è mai importato che i proprio dispositivi non fossero compatibili con altre periferiche di terze parti o con altre piattaforme, ma ha sempre operato per unire Mac e dispositivi mobili; già con il MacBook 12″ gli utenti iPhone avevano necessità del adattatore, ma era auspicabile che Apple facesse qualcosa dopo l’uscita di iPhone 7, per rendere quest’ultimo dispositivo completamente compatibile con i nuovi notebook.

Stando alla filosofia Apple manifestata negli anni, ci si aspettava che Apple sacrificasse addirittura le USB-A, in favore di quelle C, creando un cavo Lightning-USB-C, per rendere direttamente compatibile iPhone 7 ai nuovi Mac. A quanto pare i tempi al momento non sono maturi, dato che gran parte dell’utenza utilizza ancora Mac con USB vecchio stampo.

Ovviamente, il problema risulta ridimensionato se si pensa che iPhone 7 potrà essere collegato in Wi-Fi ai nuovi MacBook, potendo così sfruttare ugualmente la sincronizzazione con iTunes. C’è anche la strada, poco praticata, del Bluetooth e AirDrop per la condivisione di immagini. Inoltre, basta un semplice adattatore da 25 euro (anche meno se non è ufficiale Apple) per mettere il cuore in pace.

MacBook Pro 2016 con le USB-C ed iPhone 7

Nuovi MacBook Pro ed iPhone 7, qualcosa non torna
Vota il post