mdworker su macOS Sierra, come risolvere

Alcuni utenti che hanno aggiornato a macOS Sierra, lamentano un problema con gli indici di Spotlight. Ecco una breve guida su come risolvere

mdworker Spotlight

Il cosiddetto “mdworker” è il nome di un processo che è possibile visualizzare aprendo l’applicazione Monitoraggio Attività di macOS ed è l’abbreviazione di “metadata server worker” e serve, per farla breve, a Spotlight di funzionare. Il processo individua metadati nei file del Mac creando un indice mediante il quale è possibile trovare all’istante elementi usando Spotlight.

Alcuni utenti che hanno aggiornato a macOS Sierra da un precedete sistema OS X, si lamentano in quanto, facendo delle verifiche con Monitoraggio Attività (l’applicazione di serie che consente di visualizzare informazioni relative a processi, app, dischi, memoria, ecc.), il processo mdworker utilizza in modo eccessivo le risorse del processore, rallentando quindi il sistema operativo. È possibile terminare il processo in questione usando sempre l’app Monitoraggio Attività ma così facendo il Mac non indicizzerà più in modo completo il file-system e le ricerche con Spotlight non saranno più fruibili correttamente.

mdworker process

Se avete appena collegato un disco esterno contenente dati al Mac, l’operazione di indicizzazione potrebbe impiegare del tempo prima di essere portata a termine, e se controllate in Monitoraggio Attività il processo impiegherà una certa quota del processore. Provate a verificare se l’uso elevato della CPU da parte di mdworker continua dopo ore dal collegamento, se il problema continua a persistere, con ogni probabilità, l’indice usato da Spotlight è corrotto ed è necessario ricostruirlo.

Il modo per ricostruire il database di Spotlight è quello di cancellare la cartella usata per l’indicizzazione. Si può fare in vari modi ma il nostro consiglio è di usare l’applicazione Terminale, quindi aprite il Terminale e digitate il seguente comando:

sudo rm -R /.Spotlight-V100

seguito dal tasto tasto Invio, vi verrà chiesta la password dell’utente amministratore: inseritela.

A questo punto digitate il comando:

sudo mdutil -i on /

seguito sempre dal tasto Invio, poi procedete con il seguente comando:

sudo mdutil -E /

L’indice quindi verrà ricostruito ed il problema risolto. Se a crearvi problemi è uno specifico drive o una cartella; potete escludere dall’indicizzazione lo/a stesso/a. Basta aprire Preferenze di Sistema, selezionare Spotlight e nella sezione “Privacy” ed indicate l’elemento che Spotlight dovrà ignorare.

mdworker Spotlight

mdworker su macOS Sierra, come risolvere
Vota il post